venerdì 6 marzo 2015

Crackers profumati senza glutine


Ormai nella mia dieta ho diminuito tantissimo il glutine, così come la soia che sembra essere uno tra i peggiori alimenti. Da quando sono vegana ho letto tantissimo, ho imparato tante cose e piano piano ho scoperto che molti cibi, anche se di origine vegetale, non sono comunque molto salutari. Il glutine è uno di questi, basta vedere quante persone intolleranti ci sono ormai e sono convinta, che chi più chi meno, lo siamo un po' tutti.
Così tante mie abitudine ormai sono diminuite, come quella di fare il pane o la pizza ogni due o tre giorni, o preparare biscotti e dolcetti per la colazione o la merenda. 

Ora sto provando spesso ricette senza glutine e non sempre mi escono cose mangiabili, perchè ancora non so bilanciare bene le dosi, ma sto continuando a sperimentare. Per ottenere dei crackers friabili, gustosi e degni di questo nome ho sperimentato parecchio e questo è stato il risultato. Sono davvero buonissimi e finiscono subito!

Ingredienti:
150 g di farina di miglio
100 g di farina di riso integrale
90 g di farina di ceci
50 g di mandorle
50 g di semi di sesamo
3 cucchiaini di lievito alimentare in scaglie
1 cucchiaio abbondante di concentrato di pomodoro
2 tazzine da caffè di olio evo
Sale
Erbe miste (salvia, rosmarino, timo)
Acqua q.b.

Procedimento:
Tritiamo finemente le mandorle in un frullatore insieme ai semi di sesamo e al lievito alimentare. Dopodichè versiamo il tutto in una ciotola insieme alle farine, alle erbe miste tritate e al sale. Aggiungiamo il concentrato di pomodoro e l'olio evo e aggiungiamo acqua quanto basta per ottenere un composto morbido ma comunque compatto. Mettiamo a riposare in frigo per mezz'ora circa.
Riprendiamo il composto e stendiamolo con un mattarello dopo aver infarinato un piano da lavoro. Non deve essere troppo sottile, lo spessore dev'essere circa mezzo centimetro.
Ora ritagliamo i nostri crackers con una rotella o con un coltello e adagiamoli su una piastra ricoperta di carta da forno. Inforniamo a 180 gradi per circa 15/20 minuti o finchè non risulteranno dorati e croccanti.




11 commenti:

  1. Che glutine e soia siano così sconsigliati mi suona nuovo. Per me vige sempre la regola del buonsenso. Curo molto l'alimentazione e la scelta di ingredienti sani e naturali. I tuoi crackers mi ispirano moltissimo, per la scelta di farine certamente meravigliose. Anche per me le sperimentazini non sempre portano a successi, ma tutti sarebbero capaci di creare capolavoli con prodotti raffinati!!!! La vera bravura sta proprio qui ^_^
    Brava Michela, assaggerei molto volentieri ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica, trovi tantissimi articoli che parlano del glutine e della soia e ci sono tante cose che purtroppo ignoriamo. Ovvio che se li mangiamo di rado non succede niente ma ne facciamo tutti largo uso purtroppo ecco perchè, ho deciso di diminuire drasticamente e i risultati li sento.

      A presto ;-)

      Elimina
  2. Come te limito -o escludo totalmente-il glutine quando sono a casa, fuori faccio un po' più fatica perchè non essendo celiaca a magari non mi va di chiamare la pizzeria/ristorante di turno per chiedere un piatto senza glutine, anche perchè in molti casi i preparati per panificati hanno il latte in polvere e bisognerebbe accertarsi anche di quello, e allora lascio perdere e mi prometto di pensarci dal giorno dopo..;D
    Per quando riguarda la soia è da tanto che non ne faccio largo uso, all'infuori dello yogurt una tantum (e del tofu ancor più raramente), anche se per quanto riguarda questa so che non è sconsigliata a tutti ma solo in determinate condizioni di salute/età..
    In ogni caso, anch'io ho dovuto buttare un bel po' di cose (o mangiarle per dispiacere, e CON dispiacere!:D), ma questi crackers sembrano proprio ben fatti, e non mangiando mai pane a casa spesso cerco qualche alternativa per spalmare sopra qualche salsina:)
    Li proverò senz'altro!
    Un abbraccio cara Michela, e buona festa della donna:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, anch'io di solito sgarro quando sono fuori casa, il glutine è onnipresente ahimè! Comunque poi a casa faccia la brava!

      un abbraccio e buona festa della donna in ritardo anche a te!

      Elimina
  3. Anche io cerco di ridurre ciò che in genere si mangia troppo e non fa troppo bene, il glutine ne fa parte (purtroppo)...fortunatamente non ho più problemi col glutine (in passato invece sono stata piuttosto male e ho dovuto eliminarlo per un po'), ora sto benissimo alternando cibi con glutine e senza e comunque tenendo controllate le porzioni di farinacei. Questi crackers capitano proprio a pennello anche perché anche a me non sempre le cose senza glutine vengono perfette...grazie e un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, basta mangiarlo molto saltuariamente e tutto va bene! ;-)
      Comunque sto sperimentando spesso cose senza glutine, spero di imparare perchè certe volte ne escono delle cose davvero immangiabili! ;-)

      un abbraccio

      Elimina
  4. io purtroppo adoro impastare panificati e prodotti da forno sig -.- io confido nella bella stagione per limitarmi, ma ora come ora proprio non ci riesco. mi consolo pensando che almeno uso farine integrali o semintegrali (magra consolazione). va meglio con la soia che non amo particolarmente nei suoi derivati, la uso per questioni tecniche di plasticità in certe preparazioni (vedi tofu in torte salate nelle festicciole o salse in rare occasioni e il latte nel cappuccino quando capita).diciamo che è vero, non tutto ciò che è vegetale fa bene, l'importante sarebbe non esagerare con certe cose (cosa che a volte mi riesce proprio difficile :( questi crackers sembrano proprio buoni e sfiziosi! la farina di miglio dove la trovi? e per gli esperimenti, l'importante è provarci cercando di capire le modifiche che andrebbero fatte. e infatti, guarda qua che bel risultato hai ottenuto :)!

    RispondiElimina
  5. Bella bella idea! Che realizzerò quanto prima...grazie, Michi <3

    RispondiElimina
  6. Siamo sulla stessa lunghezza d'onda.anch'io escludo il glutine che mi fa davvero male e la soia e soiame vario,anzi a proposito c'è un articoletto sul mio blog che potrebbe interessarti.E sì, lavorare senza glutine non è facile per niente! ma te sembri esserci riuscita alla grande,copio e incollo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello vederti qui! Sapevo che la pensavi come me su questo argomento! Ora vado a vedere il tuo articolo!

      ciao ciao

      Elimina