venerdì 18 novembre 2016

Ravioli cinesi al vapore



Ormai la media delle ricette che inserisco nel blog sono di una al mese vedo.... Portate pazienza ma sono alle prese con un paio di cose e non riesco più a seguire il blog come vorrei purtroppo. Ma tornerò più attiva prima o poi, non vi preoccupate! 
Oggi vi regalo finalmente la ricetta dei ravioli al vapore che vi avevo promesso ancora tempo fa sulla mia pagina facebook per chi mi segue anche là. Qui a casa vengono sempre spazzolati in un attimo, anche da Nicola che li adora! Diciamo che siamo tutti e tre amanti della cucina orientale, in particolare di quella cinese da sempre e così ogni tanto preparo qualche cenetta tutta in stile con tanto di bastoncini e tovagliette. 
Per preparare questi ravioli ci vuole chiaramente un po' di tempo ma ne vale davvero la pena ve lo assicuro. 
Basta una domenica mattina libera e diventa una bellissima attività da fare con i vostri bimbi, così ci impiegate meno tempo e vi divertite pure! 
Ma ecco la ricetta per prepararli!



Ingredienti ripieno (per 4/5 persone):
1 verza
1 piccolo cavolo cappuccio o mezzo grosso
2 carote
1 grossa cipolla
1 porro
zenzero fresco (o in polvere)
curry

Ingredienti pasta:
300 g di farina tipo 2
acqua q.b.
sale

Procedimento:
Iniziamo preparando il nostro ripieno. In una padella facciamo soffriggere in un po' d'olio evo la cipolla e il porro tritati finemente per pochi minuti. Dopodichè aggiungiamo la verza e il cavolo cappuccio tagliati sottili e le carote grattugiate. Facciamo cuocere il tutto a fuoco abbastanza alto aggiungendo un po' d'acqua se serve. Alla fine aggiugiamo abbondanti spezie e saliamo.
Mentre il tutto si raffredda, prepariamo l'impasto per i nostri ravioli.
In una ciotola mescoliamo la farina con un po' di sale e aggiungiamo piano piano dell'acqua fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. Trasferiamolo su un piano da lavoro e impastiamo con le mani per almeno 10 minuti.
Infariniamo poi il piano da lavoro e stendiamo l'impasto con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia abbastanza sottile ma non troppo. Con un coppapasta (del diametro di 10 cm) o altro attrezzo simile tagliamo tanti grossi cerchi finchè non finiremo tutto l'impasto. Ora mettiamo nella parte centrale il ripieno e chiudiamo i ravioli con la tipica tecnica orientale (trovate sul web vari tipi di chiusura).
Trasferiamo i nostri ravioli nel classico cestello di bambù sopra a delle foglie di verza o altro per evitare che si attacchino, e mettiamoli a cuocere sopra una pentola piena d'acqua (io avevo preparato del brodo con dei gambi di cavolo nero) finchè non saranno cotti, ci vorranno circa 20 minuti.
Quando sono pronti trasferiamoli su un bel piatto da portata e serviamoli con della salsa di soia.
Sono buonissimi anche alla piastra, basterà, dopo averli cotti a vapore, farli cuocere su una piastra o padella leggermente unta d'olio per qualche minuto girandoli un po' da tutte le parti.




4 commenti:

  1. anch'io faccio una fatica infinita a trovare tempo per pubblicare...dai ci sono i periodi un po' così, ma i nostri blog sono sempre qui ad aspettarci!
    bellissimi ravioli, io non mi sono mai cimentata nella "chiusura", mi fa paura
    bacio
    raf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Raffaella! Non sai quanto vorrei avere più tempo!
      Un bacio

      Elimina