martedì 26 gennaio 2016

Galani


E' tempo di Carnevale ormai ed io sono già qua che sperimento i classici dolci tipici di questo periodo oltre a sperimentare pure il travestimento del mio Nicola che quest'anno ha deciso di voler essere un pirata!
Delle frittelle potete già trovare la mia ricetta qui ma quella dei galani (o chiacchiere, crostoli, cenci, bugie e chi più ne ha più ne metta) ancora non l'avevo pubblicata perchè l'ho sperimentata un po' di volte prima di arrivare ad un buon risultato. Fin da bambina mia mamma me li preparava insieme alle frittelle e, anche se ero golosa di entrambi, quelli che più preferivo erano proprio i galani! 
Ora però mi piacerebbe provare anche una versione senza glutine e quindi dovrò sperimentare ancora. 
Ma intanto ecco la ricetta di questi che il piccolo di casa ha letteralmente divorato dicendomi "Tu sei la più bella e brava mamma vegana del mondo!!!" E dopo una frase così direi che potete fidarvi! ;-)


Ingredienti:
250 g di farina tipo 2
1 cucchiaio di zucchero integrale di canna (o 2 se li amate più dolci)
1 pizzico di sale
buccia grattugiata di un piccolo limone
25 g di olio di girasole
4 cucchiai di brandy (o grappa)
60 ml di vino bianco
aqua q.b.
zucchero a velo
olio di girasole per friggere

Procedimento:
In una ciotola mescoliamo la farina insieme allo zucchero, al sale e alla buccia grattugiata del limone. Aggiungiamo poi l'olio, il brandy e il vino bianco. Mescoliamo bene ed eventualmente aggiungiamo dell'acqua fino ad ottenere un impasto morbido che si possa però lavorare con le mani. Impastiamo per circa cinque minuti, dopodichè trasferiamolo su un piano infarinato. Ora con il mattarello stendiamo l'impasto in una sfoglia molto sottile. Con una rotella tagliamo i nostri galani come più preferiamo e friggiamoli in abbondante olio di girasole. Quando sono pronti mettiamoli su della carta assorbente per togliere l'olio in eccesso e, una volta freddi, spolverizziamoli con dello zucchero a velo.  






8 commenti:

  1. Stampo e provo nel fine settimana. Grazie, Lucia

    RispondiElimina
  2. Ciao,
    li ho fatti ieri come ti avevo scritto..Buonissimi questi galani; croccanti,
    leggeri, profumati... unica nota: aggiungerei un pò più di zucchero.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere ti siano piaciuti! Non sono molto dolci è vero ma essendoci lo zucchero a velo dopo in superficie, bilancia un po' la mancanza di zucchero nell'impasto secondo me. :-)

      Elimina
  3. sono la ragione perchè mi piace il carnevale;-) sono cosi buonii:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione!!! Pensa che io non ho mai sopportato il carnevale...l'unica cosa che mi piaceva erano proprio i galani e le frittelle! ;-)

      Elimina
  4. Ciao Michela,
    so che carnevale è passato, ma mi piacerebbe provare lo stesso questa ricettina.
    Ma il brandy è necessario? anche se è per bambini?
    Grazie e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miki, il brandy non è necessario, puoi pure ometterlo se preferisci. Comunque non si sente e i bimbi li possono mangiare tranquillamente anche perchè l'alcool evapora.
      Poi fammi sapere!

      Ciao a presto

      Elimina