lunedì 26 ottobre 2015

Testaroli saraceni alle castagne e cime di rapa


Un paio di domeniche fa abbiamo fatto una bella gita nel bosco insieme ad altre famiglie, a raccogliere castagne. E' stato davvero molto bello e suggestivo, i bambini si sono divertiti tantissimo a camminare tra le foglie secche, a raccogliere rami e legnetti, a rincorrersi, a scoprire insetti nascosti qua e là, a giocare con gli alberi grazie ad una mamma che ha avuto questa bellissima idea. E noi siamo tornati a casa con ben tre chili di castagne. Ho pensato che avrei potuto inventarmi chissà quante ricette, fare magari anche una bella crema dolce di castagne e invece...le abbiamo finite tutte così, cotte semplicemente al forno e mangiate calde. Il mio Nicola, che è castagna-dipendente, me ne ha lasciate giusta qualcuna da usare come sugo per questa ricetta!
I testaroli sono un piatto tipico toscano che ho assaggiato ancora un paio d'anni fa in un ristorante qui vicino ma che ancora non avevo provoato a rifare a casa. Normalmente sono fatti con farine che contengono glutine ma io ho voluto creare una ricetta a base di grano saraceno e sono venuti davvero molto bene. 
Poi ci ho abbinato le castagne e le cime di rapa che sono tipiche di questa stagione.


Ingredienti per 3/4 persone:
200 g di farina di grano saraceno
3 cucchiai d’olio evo
300 g di acqua
100 g di cime di rapa
1 decina di castagne
1 spicchio d’aglio
Sale
Olio evo
Peperoncino
parmigiano vegano (o lievito alimentare in scaglie)

Procedimento:
Iniziamo preparando la pastella per i testaroli. Versiamo in una ciotola la farina con un po' di sale, aggiungiamo anche l'olio e l'acqua e mescoliamo bene con una frusta per scogliere eventuali grumi. Ora cuociamo la nostra pastella versandola su una padella antiaderente bella calda come per le crespelle solo che questa è più spessa, circa 1/2 cm (con queste dosi ho fatto due grandi crespelle). Quando vediamo le bollicine sulla superficie possiamo girarla e farla cuocere anche dall'altro lato. Quando le nostre grosse crespelle saranno pronte, lasciamole raffreddare un po', dopodichè tagliamole con il coltello a piccoli rombi e teniamoli da parte. 
Mettiamo a bollire una pentola d'acqua e nel frattempo prepariamo il condimento. Tritiamo finemente uno spicchio d'aglio e facciamolo soffrigere in poco olio evo, aggiungiamo le cime di rapa pulite e private della parte più dura del gambo e facciamo cuocere per qualche minuto aggiungendo acqua se serve. Saliamo, aggiungiamo anche un po' di peperoncino e le castagne a pezzi che avremo precedentemente sbucciato e lessato. 
Quando l'acqua bolle, saliamo e tuffiamoci i testaroli. Lasciamoli lì solo per un paio di minuti, dopodichè preleviamoli con un mestolo forato e aggiungiamoli al condimento. Mescoliamo delicatamente e impiattiamo spolverando con un po' di parmigiano vegano. 


















4 commenti:

  1. Wow! Sembrano buonissimi! Io adoro il grano saraceno, le castagne e le cime di rapa! Hai praticamente creato il piatto perfetto per me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice ti piaccia! E' piaciuto molto anche a noi! :-)

      Elimina
  2. Caspiterina! Che bel piatto ricco di nutrienti! Bravissima Michela, le tue ricette sono sempre d'ispirazione! Un abbraccio, Leti
    P.S. Colgo l'occasione per invitarti alla raccolta di ricette dedicate ai bimbi, che questo mese è ospitata sul mio blog :-) ingredienti: patate, ceci e pere, intolleranza: lieviti. Per info, puoi leggere qui: http://senzaebuono.altervista.org/raccolta-di-ricette-novembre/ Ti aspetto! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille carissima!
      Comunque stavo già pensando a che ricette fare per la raccolta! ;-)
      A presto

      Elimina