mercoledì 21 gennaio 2015

Panbauletto morbido


Oggi torno con la ricetta per fare il pane in cassetta morbido, fatto con la mia pasta madre che ogni tanto trascuro. Ottimo spalmato con la marmellata, con la crema di nocciole o con del semplice malto di nocciola ma, ovviamente ci si puo' sbizzarrire anche con le versioni salate e preparare dei buonissimi panini.


Ingredienti:
200 g di pasta madre rinfrescata qualche ora prima
250 g di farina tipo 0
200 g di farina tipo 2
60 ml di olio (metà evo e metà girasole)
150 ml circa di latte d’avena
1 cucchiaino di sale
5 cucchiai di sciroppo d’agave

Procedimento:
Cominciamo sciogliendo la pasta madre con un po' di latte tiepido. Dopodichè aggiungiamo le due farine e mescoliamo bene il tutto con una forchetta cercando di far amalgamare bene il tutto. Aggiungiamo anche l'olio insieme allo sciroppo d'agave e facciamo amalgamare ancora. Ora possiamo cominciare ad impastare con le mani aggiungendo il latte rimanente (regolatevi comunque voi in base all'impasto, dev'essere morbido ma non appiccicoso) e il sale. Io non ho l'impastatrice quindi faccio tutto a mano. Bisogna impastare finchè non si ottiene un impasto bello liscio ed elastico. Poi lo mettiamo a lievitare in una ciotola unta leggermente d'olio finchè non avrà raddoppiato il volume. Io avevo rinfrescato la pasta madre nel tardo pomeriggio, alla sera ho impastato e l'ho lasciato poi lievitare tutta la notte.
Se fate come me, al mattino riprendiamo l'impasto e cerchiamo di stenderlo con le mani su un piano da lavoro unto d'olio formando una specie di rettangolo. Arrotoliamolo su se stesso formando un filoncino e mettiamolo nuovamente a lievitare nell'apposito stampo da plumcake oliato e infarinato con della semola. Copriamolo con un canovaccio umido e mettiamolo a lievitare nel forno spento finchè non sarà bello gonfio. 
Dopodichè inforniamolo a 200 gradi per circa 30/40 minuti abbassando la temperatura dopo 20 minuti a 180. Quando lo vedremo bello dorato, spegniamo il forno e lasciamolo all'interno con lo sportello leggermente aperto. Quando il forno sarà freddo, togliamo il nostro panbauletto dal forno e lasciamolo raffreddare completamente capovolto dopo averlo tolto dallo stampo.
Una volta freddo possiamo tagliarlo a fette e mangiarlo come più ci piace! 





8 commenti:

  1. Ogni tanto la trascuro anch'io ma non ci tradisce mai e si riprende sempre vero? Guarda quexto panbauletto che spettacolo!
    Ciao e buona serata
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Raffaella, grazie dei complimenti! E' vero, nonostante i miei trattamenti, la mia pasta madre si riprende sempre fortunatamente!

      Ciao a presto

      Elimina
  2. beh, quando si dice la telepatia: l'altroieri ho rinfrescto e ho fatto un pane dolce tipo questo, con il latte di avena e la farina di farro integrale!! ormai il latte d'avena è diventato il mio preferito, per una merenda o colazione occasionale, bello caldo con del pane e marmellata (senza zucchero eh ;) )! Il pane è venuto come il tuo, quindi credo proprio di immaginarmi il sapore... squisito!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio buono e visto che l'hai fatto anche tu, lo sai meglio di me! Lo uso quasi sempre anch'io il latte d'avena e devo dire che è quello che preferisco in assoluto!

      Elimina
  3. Ciao...posso sapere com'è la tua pasta madre, liquida o solida?
    grazie gloria

    RispondiElimina
  4. ciao scusami, nn avendo la pasta madre posso sostituirla con il lievito di birra? quanto? grazie.
    Concetta

    RispondiElimina
  5. Ciao, puoi usare mezzo cubetto di lievito di birra.

    RispondiElimina