lunedì 26 gennaio 2015

Frittelle di carnevale


Bene, il Carnevale si avvicina e così mi sono portata avanti preparando le frittelle. Non ho mai amato particolarmente il Carnevale anzi, ad essere sincera, non mi è mai piaciuto. Andare in mezzo al caos di gente, carri di tutti i tipi con la musica altissima, coriandoli e bombolette spray con schifezze varie...non ha mai fatto per me tutto questo. Devo dire che la mia indole pacifica e silenziosa già si faceva sentire da bambina. Io, amante della tranquillità, del verde, del silenzio, della natura, passavo il Carnevale in giro con i miei genitori a veder sfilare i carri ma la cosa che più mi rendeva felice, era tornare a casa e mangiare le frittelle che preparava la mia mamma.

E questa è la veganizzazione della sua ricetta, in versione un po' più salutare, e dove lei usava la ricotta, io l'ho sostituita con il tofu. Devo dire che ho anche provato a farle senza il tofu ma, a mio avviso, così vengono molto più buone e morbide.

Ingredienti:
130 g di farina tipo 0
100 g di farina integrale
100 g di zucchero integrale di canna
100 g di uvetta
100 g di tofu al naturale (vengono benissimo anche senza tofu)
1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
scorza grattugiata di un'arancia
1 pizzico di curcuma
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
latte d'avena q.b.
1 cucchiaino di aceto
olio di girasole
zucchero a velo

Procedimento:
Per prima cosa mettiamo l'uvetta in ammollo in acqua tiepida per venti minuti circa.
In un'altra ciotola mescoliamo le farine insieme allo zucchero, la vaniglia, la scorza d'arancia, la curcuma, il sale e il bicarbonato.
In un altro pentolino frulliamo il tofu insieme a un po' di latte d'avena fino ad ottenere una crema morbida. Dopodichè aggiungiamola alla farina e mescoliamo aggiungendo anche le uvette e altro latte quanto basta per ottenere un composto morbido ma comunque denso. Deve far fatica a scendere dal cucchiaio. Per ultimo aggiungiamo anche il cucchiaino di aceto e mescoliamo bene cercando di far incorporare aria.
Ora facciamo scaldare bene dell'olio di girasole in un pentolino e con l'aiuto di due cucchiaini preleviamo un po' d'impasto e tuffiamolo nell'olio caldo. Procediamo così fino ad esaurimento. Le frittelle si gonfieranno e appena saranno belle dorate togliamole dall'olio e adagiamole su della carta assorbente. Quando si saranno raffreddate cospargiamole con dello zucchero a velo.


11 commenti:

  1. Spettacolo! Aspettavo la ricetta :) voglio proprio provare a farle :) hai mai fatto la versione con lievito di birra? Ti ricordi quante ne sono venute così sso se raddoppiare :-P ah secondo te durano qualche giorno o almeno il giorno dopo? Ovvio che sono più buone app fatte :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, me ne sono venute circa una trentina, poi dipende anche da quanto le fai grandi. Comunque con il lievito di birra non ho mai provato, magari puoi provare tu e poi mi fai sapere! ;-)
      Durano anche il giorno dopo anche se, come hai detto tu, sono più buone appena fatte!

      Elimina
    2. Nono le provo così :D prossimamente devo proprio farle, altrimenti non è carnevale :D grazie mille :)

      Elimina
  2. Stamattina ho provato a farle ma devo aver sbagliato qualcosa :( io le ho cotte finché erano dorate, ma dentro l impasto è proprio morbido e crudo :( nell olio sono state molto poco. Ora sono in forno sperando di recuperare qualcosa. Cosa posso aver sbagliato :(?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, è successo anche a me una volta purtroppo. Il fatto che dici che nell'olio sono rimaste molto poco vuol dire che il problema è lo stesso. Significa che l'olio è troppo caldo e diventano quasi subito dorate ma dentro rimangono crude. Devi scaldare bene l'olio e una volta caldo puoi pure abbassare il fuoco in modo che la temperatura non sia troppo elevata. Così le frittelle per diventare dorate ci impiegano più tempo e riescono a cuocersi anche dentro.
      Spero di esserti stata d'aiuto.

      ciao a presto

      Elimina
  3. Mi era venuto quel sospetto. Mannaggia a me! Se ne avessi assaggiata una subito per vedere se era cotta avrei evitato il problema. Quelle di oggi le ho passate in forno e sono commestibili. Presto riproverò, grazie del consiglio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riprova dai, poi fammi sapere mi raccomando! ;-)

      Elimina
  4. Si riescono a fare al forno? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No perchè l'impasto è molto morbido quindi è impossibile formare delle frittelle. Dovresti proprio cambiare tipo di impasto. :-)

      Elimina
  5. Ciao,
    ho fatto queste frittelle domenica e sono state un successo!
    Tutti mi hanno detto che sono molto più buone e leggere di quelle normali.
    E domenica prossima chiacchere (ho appena visto la ricetta :) )
    Grazie Michela per l'ispirazione e le tue fantastiche ricette!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, mi fa davvero piacere siano piaciute! E' vero, sono più leggere di quelle onnivore, l'hanno detto anche a me. Non sono per niente unte all'interno anzi sono belle asciutte. La magia dei cibi vegani! ;-)
      Poi fammi sapere anche come ti vengono le chiacchiere!

      Ciao ciao

      Elimina