giovedì 11 dicembre 2014

Pesto di gambi di finocchio


A casa mia non si butta via niente! Tutto ciò che spesso la gente considera "scarto" per me diventa qualcosa con cui inventare qualche nuovo piatto. Come i gambi dei finocchi per esempio, che spesso vengono buttati via. Ma non a casa mia! Ecco come li ho utilizzati io in questa semplicissima ricetta.


Ingredienti:
6 gambi di finocchio
2 cucchiai colmi di anacardi
3 cucchiaini di lievito alimentare in scaglie
1 piccola manciata di capperi dissalati
1 spicchio d'aglio
1 piccolo pezzo di carota
qualche cucchiaio di olio evo
scorza grattugiata di un piccolo limone
sale se serve

Procedimento:
Prima di tutto tritate finemente gli anacardi insieme al lievito alimentare. Unite il resto degli ingredienti e frullate finchè non otterrete una cremina liscia aggiungendo un po' d'acqua se serve. Assaggiate e aggiustate di sale se occorre. Ottima per condire della pasta o del riso, per farcire dei panini o delle piadine, da mangiare su una fetta di pane o anche così a cucchiaiate! ;-)





6 commenti:

  1. Ciao!La tua ricetta mi stuzzica...,anche se non amo molto il finocchio,mi hai fatto venire voglia di provarla!!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, provala è semplicissima e il sapore del finocchio si sente pochissimo! Poi mi dirai! ;-)

      Elimina
  2. Anche io non butto mai i gambi del sedano: li metto nei passati di verdura, insieme al trito di cipolla/carote/sedano quando preparo il ragù di lenticchie o una semplice salsa alle verdure...
    Ho preparato per cena il tuo pesto e...se non lo chiudevo in frigo non ci arrivava mica a stasera :P
    Davvero delizioso e delicato come gusto!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria, mi fa davvero piacere ti sia piaciuto! E' molto delicato e il finocchio quasi non si sente! ;-)

      Elimina
  3. Wow.....bello il pesto di finocchio.....i gambi di solito li utilizzo per le minestre e per la classica vellutata, questa è un'ottima idea per variare....da provare assolutamente!
    Simona da Cuneo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, è un modo per far mangiare la verdura cruda anche ai bambini che solitamente non amano molto. Ed è anche molto buono! ;-)

      Elimina