sabato 14 dicembre 2013

Ravioli tofu e spinaci con sugo di noci


Quanto mi piaccioni i ravioli, tortelloni e simili. Peccato che nella versione vegana in giro non se ne trovino, a parte qualche rara volta nei negozi bio ma costano una fortuna. Così ogni tanto, ma proprio ogni tanto, li faccio io visto che anche al mio Nicola piacciono un sacco. Ci si perde un pò di tempo a prepararli ma ne vale la pena!


Ingredienti pasta (per circa 3/4 persone):
300 g di farina tipo 2
Curcuma
Sale
1 cucchiaio di olio evo
Acqua q.b.

Ingredienti ripieno:
300 g di spinaci
1 spicchio d’aglio
Olio evo
Sale
Pepe
Noce moscata
300 g di tofu al naturale
1 cucchiaio di salsa di soia
6 cucchiaini di lievito alimentare

Ingredienti condimento:
Olio evo
10 noci
Salvia
Semi di sesamo
Semi di papavero

Procedimento:
Preparare il ripieno cuocendo gli spinaci, dopo averli accuratamente lavati, in una padella dove avrete fatto soffriggere uno spicchio d’aglio in poco olio evo. Salare e far cuocere per qualche minuto finchè gli spinaci non risulteranno teneri. Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare. Togliere lo spicchio d’aglio, aggiungere il tofu sbriciolato con le mani, il lievito alimentare, la salsa di soia, sale, pepe e noce moscata. Mescolare bene e tenere da parte.
Impastare la farina con l’olio, il sale, la curcuma e acqua quanto basta per ottenere un impasto bello elastico. Impastare bene finchè non risulterà bello liscio. Infarinare un piano da lavoro e stendere la pasta sottile. Con delle formine tagliare i ravioli come preferite. Al centro mettere un po’ di ripieno e richiudere con l’altra metà del raviolo. Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti. Cuocere i ravioli in acqua bollente salata per circa 3-4 minuti (dipende da quanto spessa è la pasta). Scolarli e condirli con le noci, la salvia e i semini tritati che avrete fatto leggermente tostare insieme all’olio evo in una padella. Aggiungete anche una bella spolverata di parmigiano vegano e il piatto è pronto.








10 commenti:

  1. Acquolinaaa :Q____________________

    RispondiElimina
  2. hai fatto un ripieno davvero interessante! lo proverò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Se li provi poi fammi sapere se ti sono piaciuti! :-)

      Elimina
  3. auffi, vedo che li fate tutti i ravioli in casa, però! come per gli gnocchi sono qualcosa che ho proprio smesso di mangiare a parte per una volta che li ho trovati in promozione al naturasì, prima avevo la scusa che non avevo la macchinetta ma ora vedo che tu li stendi addirittura a mano..non ho proprio più giustificazioni :( sarà che essendo la sola in casa, devo dir la verità, mi manca un po' di motivazione? :( ..però mi mancano anche parecchio i ravioli, ecco. cosa non darei per avere i tuoi oggi a pranzo!
    bravissima michela :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, non è poi così difficile stendere la pasta, la rottura di scatole sta più che altro nel riempire e richiudere ogni raviolo. Ma più grandi li fai e meno tempo perdi. Potresti fare un grosso raviolone! ;-)

      Elimina
  4. eccomi qua.I ravioli...li adoro.Anch'io li faccio ogni tanto perchè è una lavorata..però che soddisfazione.Fino a poco tempo fa andavo anch'io di mattarello.Ora mia mamma mi ha regalato la sua imperia a manovella.Quanto mi piace usarla...fa proprio altri tempi.Vintage diciamo.Comunque cambiando discorso, i tuoi ravioli me li papperei volentieri a natale.
    un bacione.fra poco vado a letto che ho un sonno bestiale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, è una soddisfazione. Anche mia mamma ce l'ha la macchinetta per stendere la pasta, molto vintage come dici tu! Quando ero piccola mi divertivo un sacco anch'io ad usarla..ora invece mi tocca fare tutto a mano. Vabbè, aspetterò che qualcuno mi regali qualcosa! ;-)
      Buonanotte e un bacione

      Elimina
  5. Che buoniiiiiiii :P Peccato davvero che non si trovino prodotti simili in commercio, per quando magari non si ha tempo di cucinare...anche io quando ho un po' più calma mi diletto molto volentieri in piatti come questi :)
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, è proprio un peccato. Anch'io quando sono di fretta vorrei trovare dei prodotti simili e invece niente.. ci tocca farceli da sole! :-)

      Elimina