lunedì 30 dicembre 2013

Polpette di miglio e cavolfiore al curry


Molti bambini non amano la verdura, o meglio, la odiano e noi mamme dobbiamo sempre inventarci di tutto per farla loro mangiare. Queste polpette sono nate proprio per questo...quale bambino non ama le polpette?? Il mio!!! Le ho studiate apposta per lui che un tempo adorava il cavolfiore e ne mangiava a chili, mentre adesso non lo vuole nemmeno vedere.... ma mio figlio odia pure le polpette... I bambini passano molte fasi con il cibo purtroppo...cose che prima adoravano improvvisamente le rifiutano. Ormai ho imparato che bisogna rispettare i lori tempi e i lori gusti e non forzarli perchè non serve a niente. 

Bene, se i vostri figli amano le polpette direi che queste sono per loro. Il miglio è un alimento ricco di proteine e vitamine, molto adatto ai bambini e, in queste polpette abbinato al cavolfiore, risulta un ottimo piatto unico. 
Per gli auguri di fine anno vi rimando a fine post! ;-)

Ingredienti (per circa 4 persone):
130 g di miglio
1 piccola patata
7/8 cime di cavolfiore
Sale
2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
1 cucchiaio di farina di ceci
2 cucchiai di farina di mais
curry

Procedimento:
Far tostare il miglio in un pentolino per qualche minuto, dopodichè aggiungere acqua (circa il doppio del miglio) e cuocere per circa 20/25 minuti, finchè non sarà quasi del tutto assorbita. Spegnere e lasciar assorbire tutta l'acqua. 
In un altro pentolino cuocere le cime di cavolfiore in acqua salata per pochi minuti insieme ad una patata sbucciata e tagliata a tocchetti. Quando sono cotti unirli al miglio e amalgamare bene con le mani aggiungendo il sale, il lievito alimentare, la farina di ceci, la farina di mais e un pò di curry a vostro gusto.
Con le mani formare delle palline e se vi va rotolatele nella farina di mais o se preferite nel pangrattato. Lasciarle riposare in frigo un paio d'ore, dopodichè cuocere in padella con un filo d'olio evo girandole da tutte le parti oppure in forno con un pò d'olio a 200 gradi per circa 20 minuti.





Con questa ricetta approfitto per augurare a tutti voi un sereno e gioioso 2014, lo auguro anche a me, visto che il 2013 non è stato dei migliori. Ed ovviamente mi auguro che sempre più persone possano piano piano aprire gli occhi su cos'è l'alimentazione vegana, che non siamo alieni e non mangiamo cose strane. Siamo persone come gli altri che hanno scelto di non cibarsi con la morte e la sofferenza dei nostri amici animali, perchè come ce l'abbiamo noi, anche loro hanno diritto ad avere una vita. 
Nel mio cuore e nella mia mente ci sono sempre loro, vittime innocenti e inconsapevoli dell'essere umano.
Provate ad osservare ,quando lungo la strada incrociate quei camion carichi di animali che vi passano a fianco, i loro occhi, il loro sguardo... Occhi che cercano la libertà, che osservano curiosi ciò che c'è al di fuori di quel camion, occhi spaventati da tutto ciò che non conoscono, occhi che chiedono aiuto se incrociano il vostro sguardo, occhi che sanno di dover andare a morire...
Pensate sempre a loro prima di mettervi a tavola! Questo è ciò che mi auguro per questo nuovo anno che sta per arrivare. 
Un abbraccio a tutti

16 commenti:

  1. Il mio nipote pure prima mangiava vagonate di verdure, e da quando è andato all'asilo a vedere gli altri bambini che non le mangiano non le vuole più nemmeno lui! -_- mia sorella era distrutta :D tanto lavoro e poi vederselo distrutto da una mandria di bambini mal-educati! ma sono sicura che siano solo fasi, e anche Nicola tornarà a mangiare tutto! :)
    A me le polpette piacciono parecchio, il cavolfiore pure, e queste sembrano davvero belle croccose! Le segno tra le ricette da provare nel 2014, quindi..domani! ;)
    Tanti auguri e un bacione :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nicola invece a scuola le mangia insieme a tutti i suoi compagni..sarà lo spirito di gruppo! Poi a casa mi dice "Bleah" e non c'è verso.. Cmq ancora resistono i finocchi cotti, le carote crude e rigorosamente intere, la verza cotta e i pomodori secchi. Speriamo non svaniscano anche queste!
      Augurissimi e un bacione!

      Elimina
  2. Un delizioso piatto, ma soprattutto un meravigliosa e profonda riflessione finale che condivido completamente.
    A volte mi chiedo se è un bene l'immedesimazione, se è un bene la sensibilità, perché queste portano quasi sempre sofferenza e mortificazione in un mondo che avanza verso la negligenza, verso l'indifferenza e la morte dei sensi.
    Ma poi i miei pensieri si illuminano e mi rendo conto che è un Bene essere così riflessivi come te, perché è un vero Dono offerto a pochi per diventare molti... siamo come tante piccole e corpose goccioline di olio che si espandono in un mare di indifferenza e si ingrandiscono sempre di più, ungendo ed appiccicandosi ad ogni cosa, nella speranza di resistere anche in un mare in tempesta.

    Sono solidale con te e cerco di attivarmi continuamente per il bene dei nostri amici indifesi... complimenti sinceri per il tuo blog e Buon Anno di pace e salute per tutti *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jenny, ti ringrazio per queste belle parole, mi hai fatto commuovere.... La troppa sensibilità è un dono ma a volte, in questo mondo, è dura per le troppe cose orribili che accadano.. soprattutto quando sai di non poter fare niente per aiutare i più indifesi.
      Certo, qualcosa stiamo facendo, ma a volte sembra non bastare.
      Basterebbe che tutti facessero un pò di più..

      Buon anno anche a te!

      Elimina
  3. Io adoro le polpette! Purtroppo non le faccio mai perché quando si tratta dei salati sono pigra. Buon anno anche a te cara Michela, spero che il 2014 ci porti un po' più di serenità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei troppo impegnata con i dolci per fare anche i salati! ;-) Ma quando li fai vedo che ti riescono benissimo anche quelli!
      Buon anno carissima, spero ti porti davvero tutto ciò che vai cercando da tempo!

      Un abbraccio

      Elimina
    2. Adoro le polpette e sempre di più il mondo vegano e per questo ti seguo,se ti va passa a trovarmi ciao

      Elimina
    3. Ti ringrazio Laura! E complimenti per il tuo blog, sono già tra i tuoi followers!

      Ciao ciao ;--)

      Elimina
  4. il cavolfiore poi è sempre ostico a molti bambini per cui anche io adotto questi escamotage anche perchè chi resiste a queste polpette?deliziose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille lucy, pensare che il mio Nicola era un drogato di cavolfiore fino ad un annetto fa e poi....basta di punto in bianco! Noi mamme ci inventiamo sempre qualcosa però! :-)

      Elimina
  5. Paradisiache queste polpette! Speriamo proprio che questo anno nuovo sia molto migliore del vecchio, a quanto so parlandone ci sono molte persone in giro che ne hanno bisogno (me compresa) ;) A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice! Lo spero anch'io per quest'anno anche se ti devo dire che è già partito maluccio! Vabbè, speriamo...
      a presto!

      Elimina
  6. *Sono capitata per caso sul tuo blog e mi sono subito unita a chi ti segue. Non sono vegana ma amo molto gli animali quindi mi incuriosisce il vostro stile di alimentazione e cerco di copiarlo. Ti ringrazio per le bellissime ricette che passerò con più calma a leggermi... intanto mi sono copiata questa delle polpette che rifarò al più presto.
    * Se vuoi leggere/sentire favole inedite per bambini (o chi vuole sentirsi tale anche solo per un momento) o vedere cosa faccio divertendomi con i nipotini con il riciclo o pasticciando in cucina passa a trovarmi che mi farai sempre molto piacere.
    Un baciotto al tuo simpatico bimbo.
    Il 2014 riservi a te e tutti i tuoi cari tante serene e gioiose giornate e anche sogni realizzati.
    nonnAnna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non sai che piacere mi fa leggere questo tuo commento! E' bello sapere che ci sono persone non vegane che apprezzano questa alimentazione e sono invogliate a conoscerla meglio. Ed è bello sapere che sei una nonna che inventa favole per i nipotini e le condivide sul web. Complimenti davvero, io leggo sempre le favole al mio Nicola e adesso, grazie a te, ne avrò tante altre di nuove!
      Grazie davvero di cuore per essere passata, mi sono già unita tra i lettori del tuo blog!
      Un sereno e splendido 2014 anche a te!

      Un abbraccio

      Elimina
  7. ciao michy!inutile dirti che le tue parole le sento mie nel profondo.credo che essere sensibili non sia una scelta, ma che ci si nasca.ed è quindi semplicemente impensabile andare contro la propria natura.un abbraccio grande.p.s. naturalmente complimenti per le tue polpettine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, anch'io sono convinta che essere sensibili non sia una scelta, c'è chi lo è da sempre! Ed io lo sono anche troppo a volte e ci sto male...ma penso a loro che stanno peggio di me e riesco ad affrontare questo mondo crudele.

      Un abbraccio a te carissima

      Elimina